MrProfit segnala...
TRADING SYSTEM
Anno XVI - n. 607, 14.12.2018
puntatoreChi Siamo puntatoreAdvertising puntatoreDisclaimer puntatoreFaq puntatoreMappa puntatoreMission    
Torna alla Home Page

Ricerca

Cosa cerchi sul Magazine di MrProfit?





   Area Riservata

 User:

 Password:




Registrazione gratuita

Password dimenticata?

Formazione
Corso di Analisi Tecnica


News - News
NewsBOOKS, BOOKS, BOOKS, i migliori testi di Analisi Tecnica...
NewsSerie storiche GRATIS: future sul FTSEMib aggiornato a Settembre 2011...
NewsMiFID - In dettaglio la Markets in Financial Instruments Directive...
Indice

Help
Verifica le tue conoscenze






MrProfit segnala...

MrProfit segnala...
Reports FTSEMib Future

Nota operativa sul Future dell'FTSE Mib
puntatoreE’ possibile che dagli attuali livelli di ipervenduto, si possa assistere ad un rimbalzo, specie in presenza di possibili spiragli di una soluzione politica in Europa..., a cura di Roberto Ercolino...



Analisi settimanale al 25 maggio 2012

Pivot Supporti: 12.350 - 12.000
Pivot Resistenze: 14.300 - 15.000

   La linea dei prezzi del derivato sull’FtseMib, continua ad essere condizionata da una politica europea che non è in grado di governare la finanza. La Germania è alle strette, ci si sta finalmente rendendo conto che due anni di sperpero sono serviti a salvare le banche tedesche, poiché non conveniva fare affondare la Grecia verso un tracollo non controllato. Ma ora occorre fare i conti con la possibilità di una fortissima recessione, dalla quale i tedeschi non uscirebbero indenni, con un possibile blocco dei mercato capitali che seguirebbe alla fuoriuscita della Grecia dall’Euro. Il quadro globale resta quindi incerto ed il downside risk resta rilevante se si concretizzassero le più nere previsioni per l’Eurozona.

   E’ possibile che dagli attuali livelli di ipervenduto, si possa assistere ad un rimbalzo, specie in presenza di possibili spiragli di una soluzione politica in Europa. Intanto, come detto, per il nostro mercato siamo nei pressi di livelli di non ritorno, a differenza dell’S&P500 che dopo un test ai 1.300 punti, mostra un tentativo di ripresa laddove resta fondamentale la tenuta dell’area 1.260. Accennavamo, per il nostro future, al nuovo cross ribassista che si stava per materializzare con l’incrocio tra la 65 e la 200 che con la sessione del 23 si è puntualmente verificato, peraltro ad un accenno di ripresa dopo il minimo relativo a 12.630 di fine ottava scorsa. Occorre prima recuperare la media a breve in area 13.600 che rappresenta la prima resistenza dinamica per poi valutare un ritorno, ancora poco probabile, ai 14.300.

   Resta sempre più complicata lettura di una visione a medio termine, se siamo cioè in presenza di un bottom lo capiremo probabilmente a fine mese entrante. Il flusso di notizie negative legato ai debiti sovrani dei paesi periferici e non, contribuisce alla prosecuzione della zona di sell off e poco incidono i dati macro relativi ancora a Cina ed Usa, che da soli non possono rasserenare gli operatori. L’aspettativa di consistenti misure contro la crisi in area Euro, si fa sempre più rilevante, ma un manto di pessimismo avvolge lo scenario, diversi osservatori ritengono poco probabile un intervento coordinato a livello europeo, considerata la confusione sul caso Grecia.

   Un supporto a quanto esposto in merito ad un rimbalzo, giunge dai segnali tecnici che mostrano indicazioni per questa settimana largamente positive. Dal Macd giunge un’inversione di tendenza rialzista con la seduta del 22, fermo restando che siamo in piena zona negativa (-416 circa), ma ciò non vieta la generazione di buy proprio per l’accennato ipervenduto: il Sar è probabilmente prossimo allo stesso tipo di indicazione, dato che il punto di reverse si pone a 13.378 contro una chiusura di ottava del derivato ai 13.105; il Momentum suggerisce anch’esso una serie di indicazioni positive, per la sessione del 21 si notano segnali di acquisto dall’Rsie dal Cci e per il 22 dallo Stocastico. La prossima ottava dovrà quindi fornire adeguate conferme.

   Concludiamo con il nostro outlook settimanale che mostra sul breve termine un possibile rientro dalla condizione oversold verso una fase neutral, mentre nulla cambia circa la lettura su medio e lungo termine, laddove restiamo in piena zona bearish. Il rapporto tra future e media mobile primaria recupera da un –16,50% a –13,70%, ciò però al momento non incide sul trend downward. La volatilità resta alta con volumi neutral, senza news la lettura degli oscillatori trend forecasting resta bearish, giungendo a 43 sessioni negative consecutive.



Per i navigatori del sito interessati a ricevere con regolarità questo commento, rammentiamo che attraverso l'adesione gratuita all'Area Riservata del Magazine di MrProfit, sarà possibile ottenerne l'invio via mail; per ulteriori informazioni contattare la Redazione all'indirizzo help@mrprofit.





Per maggiori dettagli sul nostro TRADING SYSTEM.

I precedenti di questa rubrica li trovi nel nostro Archivio Reports.

Download: Scarica gratis la serie storica del Fib30 e dell'S&PMib.






Stampa questa pagina

Hai bisogno del Glossario...?




© Copyright 1998 - 2018 MrProfit ® - Tutti i diritti riservati.
I commenti riportati in questa rubrica si basano su informazioni di pubblico dominio che noi consideriamo affidabili, ma di cui non siamo in grado di garantire l'esattezza e che non implicano responsabilità alcuna da parte degli autori. Le note esposte hanno finalità esclusivamente informative e didattiche e non sono da intendersi in alcun modo un'offerta di vendita o come una sollecitazione all'investimento.
3 Utenti Connessi