MrProfit segnala...
TRADING SYSTEM
Anno XVI - n. 607, 14.12.2018
puntatoreChi Siamo puntatoreAdvertising puntatoreDisclaimer puntatoreFaq puntatoreMappa puntatoreMission    
Torna alla Home Page

Ricerca

Cosa cerchi sul Magazine di MrProfit?





   Area Riservata

 User:

 Password:




Registrazione gratuita

Password dimenticata?

Formazione
Corso di Analisi Tecnica


News - News
NewsBOOKS, BOOKS, BOOKS, i migliori testi di Analisi Tecnica...
NewsSerie storiche GRATIS: future sul FTSEMib aggiornato a Settembre 2011...
NewsMiFID - In dettaglio la Markets in Financial Instruments Directive...
Indice

Help
Verifica le tue conoscenze






MrProfit segnala...

MrProfit segnala...
Analisi Tecnica Nozioni di base

Introduzione all'Analisi Tecnica.
puntatoreNozioni e obiettivi.
Analisi Tecnica

   Uno dei caratteri distintivi di un trader online consiste nella quantità e nella ricchezza delle informazioni di cui si avvale a supporto dell'attività di negoziazione; tale disponibilità d'informazioni gioca un ruolo di primaria importanza all'interno del processo di investimento, sia nella fase strategica (asset allocation), sia nella fase operativa di scelta dei singoli titoli su cui operare (stock picking). È inoltre indubbio che basare le proprie scelte d'investimento con il sussidio di quotazioni in tempo reale costituisce un supporto fondamentale cui nessun investitore può rinunciare, specie per una attività intraday o di scalping. Diversi siti di trading online consentono la creazione di liste personalizzate (watchlist), contenenti le attività finanziarie che si vogliono tenere sotto costante monitoraggio. Tali liste in genere, sono riproposte dalla piattaforma di trending online utilizzata ogni volta che si accede al sito preferito ed inoltre questa può proporre una informativa sulle singole attività finanziarie, rendendo possibile la visualizzazione in tempo reale dei valori relativi ai principali indici di mercato. Alcuni siti web forniscono poi dati in tempo reale relativi a tassi di interesse, di cambio, sui metalli e varie commodity.

   Altre informazioni di primaria importanza sono costituite dalle ultime notizie in linea: gli operatori online hanno accordi con i maggiori info provider per la fornitura delle news in tempo reale. I sistemi di trading online quindi consentono anche il reperimento di notizie sulla base di parametri specificati dall'utente. Una funzione di indubbia utilità è rappresentata dalla visualizzazione delle notizie inerenti uno specifico titolo, tramite la selezione del titolo stesso direttamente dalla watchlist, ottenibile selezionando il singolo titolo in abbinamento al grafico storico. L'andamento storico di una o più grandezze significative del titolo oggetto dei nostri studi, è rappresentato su un arco temporale definibile dall'utente. I dati più comunemente riportate sui grafici sono i prezzi di chiusura (ultimo, riferimento o chiusura), volumi, medie mobili. La lettura del grafico di un titolo, e quindi l'interpretazione dell'andamento del titolo stesso, è oggetto e finalità della disciplina che MrProfit tenta di diffondere: l'Analisi Tecnica, a nostro avviso uno dei principali strumenti a supporto dell'attività di trading online.

Analisi Tecnica

   Obiettivo dell'Analisi Tecnica è fornire all'investitore un metodo utile a cogliere al meglio le tendenze del mercato, partendo dal principio che la storia si ripete e dall'osservazione dei comportamenti degli operatori del mercato finanziario, si tenta di delineare l'evoluzione futura dei prezzi attraverso lo studio degli andamenti degli strumenti finanziari. Tale metodologia, in pratica, consente di formulare utili segnali sulle posizioni da assumere sul mercato, ma tuttavia presenta dei limiti che sono sostanzialmente gli stessi della disciplina statistica applicata alle serie storiche. Le formazioni grafiche, gli indicatori tecnici e le linee di tendenza sono infatti sostanzialmente degli stimatori statistici non nel senso pieno del termine, ma comunque sempre degli stimatori di variabili statistiche.

   L'Analisi Tecnica trae le sue origini nella teoria di Dow, di cui consiglismo l'approfondimento, sviluppata intorno ai primi del 1800 da Charles Dow. Successivamente sono state elaborate altre teorie che portano il nome dei loro ideatori: Elliot, Fibonacci, Gann, Fourier. In merito alle teorie di Dow, Elliot e Gann rimandiamo alle specifiche pagine sempre in questa sezione del magazine. Diverse sono poi le tecniche di rappresentazione grafica del prezzo, la più classica delle rappresentazioni è quella della serie storica delle chiusure giornaliere di un titolo o indice, unite tra loro mediante una curva che ne determini l'andamento, in argomento rimandiamo alle pagine inerenti i 'Grafici'. Abbastanza utilizzata è la rappresentazione Candlestick, dove sono indicati i prezzi di chiusura, minimo e massimo dell'orizzonte temporale prescelto, e la point and figure. Quest'ultima non tiene in considerazione l'asse temporale, ma aggiorna il grafico solo se il prezzo subisce una variazione di una certa entità, in modo da escludere i movimenti non significativi, evidenziando quelli principali.

Analisi Tecnica

   I prezzi si muovono secondo una direzione ben precisa: al rialzo, al ribasso, con movimento laterale e dall'osservazione di un grafico è possibile individuare una linea di tendenza (trendlines). A queste linee di tendenza si usa spesso abbinare il tracciare una parallela, facendola passare per almeno un punto di massimo, se la trendline è ascendente o un punto di minimo se la trendline è discendente. In tal modo si ottiene un canale la cui logica di interpretazione è identica a quella delle trendline. Il canale dà in più la visione dell'ampiezza delle oscillazioni e quindi offre la possibilità di valutare lo spessore di un mercato o di un titolo. Inoltre, nel grafico si possono rilevare dei livelli di prezzo che ostacolano il naturale proseguimento della trend in essere. Queste aree o livelli prendono il nome di supporti, quando è probabile un recupero delle quotazioni, mentre vengono chiamati resistenze in caso contrario.

   L'analisi tecnica permette inoltre di monitorare la forza o la debolezza dello strumento finanziario e segnalare in anticipo potenziali inversioni di tendenza. Il segnale è dato da alcune figure che si possono individuare nella rappresentazione grafica. Le più conosciute sono: il testa e spalle, che costituisce uno dei modelli di inversione più affidabili sia al rialzo che al ribasso; il doppio massimo ed il doppio minimo, che indica una figura ribassista/ribassista ed è formata da due punte intervallate da un punto di massimo/minimo. Gli strumenti sin qui analizzati danno però un segnale solo quando questo è già avvenuto. Nell'analisi tecnica esistono altre metodologie in grado di anticipare i potenziali segnali di inversione del trend in atto. L'uso di questi strumenti, che sono conosciuti con il termine di anticipatori, non prescinde dagli altri analizzati, ma è contestuale al fine di ottenere ulteriori conferme. Tra questi ricordiamo: il Macd, le Medie Mobili, lo Stocastico, l'Rsi. Tutti questi argomenti, ciome detto, sono ampiamente illustrati nelle varie sezioni del magazine.






Stampa questa pagina

Hai bisogno del Glossario...?




© Copyright 1998 - 2018 MrProfit ® - Tutti i diritti riservati.
2 Utenti Connessi