MrProfit - Magazine di Analisi Tecnica
Fai di MrProfit la tua Home PageAggiungi MrProfit ai tuoi PreferitiScrivi a MrProfitSegnala MrProfit ad un amico
Anno XVI - n. 607, 22.10.2019
puntatoreChi Siamo puntatoreAdvertising puntatoreDisclaimer puntatoreFaq puntatoreMappa puntatoreMission    
Torna alla Home Page

Ricerca

Cosa cerchi sul Magazine di MrProfit?





   Area Riservata

 User:

 Password:



Registrati

Newsletter

Gratis il report di MrProfit...





News - News
NewsBOOKS, BOOKS, BOOKS, i migliori testi di Analisi Tecnica...
NewsSerie storiche GRATIS: future sul FTSEMib aggiornato a Settembre 2011...
NewsMiFID - In dettaglio la Markets in Financial Instruments Directive...
Indice



A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

  Termine Descrizione
Cerca nel sito questo termineT.E.D. SPREAD"T.E.D." sta a significare "Treasury bills e Eurodollar Deposits". Lo spread è la differenza in rendimento tra i due investimenti risultante dal fatto che le obbligazioni di Stato sono meno rischiose e perciò pagano minor interesse. L'investitore normalmente compera futures su Treasury Bills e vende short futures su Eurodepositi (ovvero li vende pur non avendone possesso). L'utilizzo dei contratti futures, piuttosto che acquisto/vendita di Treasury Bills ed Eurodepositi sul mercato a pronti, è fatto per permettere all'investitore di lucrare la differenza tra il contratto a pronti e quello a termine. E' una tecnica utilizzata in periodi di tensione sul settore bancario, quindi quando gli spread tra l'Eurodeposito e i Treasury Bills possono allargarsi enormemente.
Cerca nel sito questo termineTAEGTasso Annuale Globale, che comprende qualsiasi spesa e costo relativi al finanziamento. Il taeg, per definizione, è lo strumento che fornisce la piena trasparenza circa l'interesse reale che si verrà a pagare su un determinato prestito o finanziamento.
Cerca nel sito questo termineTAHSigla di Trading After Hour. Indica tutte le contrattazioni che avvengono fuori dall'orario tradizionale di contrattazione. La sessione di contrattazione va dalle 17:30 alle 22:00. I prezzi che si formano sul TAH non influenzano il prezzo di apertura della giornata borsistica successiva.
Cerca nel sito questo termineTAKE OUTL'afflusso di liquidità che risulta dalla vendita di un blocco di titoli e l'acquisto di un altro ad un prezzo più basso.
Cerca nel sito questo termineTAKE OVERTecnica operativa con la quale, attraverso acquisti ripetuti sul mercato mobiliare, si mira ad avere la disponibilità di una significativa percentuale di azioni di una società quotata nella quale non esiste una maggioranza azionaria ben definita.
Cerca nel sito questo termineTAKE PROFITChiudere una posizione allo scopo di concretizzare un guadagno.
Cerca nel sito questo termineTANTasso Annuo Nominale di interesse al quale viene concesso il prestito. Il tan, a differenza del taeg, non comprende le spese accessorie che sono poi quelle che fanno lievitare il costo globale del prestito, ad es. le perizie, l'istruttoria, le spese per i bollettini postali, etc.
Cerca nel sito questo termineTARGETIndica la proiezione dell'obiettivo di prezzo di un movimento sia ribassista che rialzista.
Cerca nel sito questo termineTASSE FEDERALI STRAORDINARIETasse previste dal sistema fiscale americano che possono essere applicate sui profitti delle imprese in periodi straordinari, come quello di guerra, allo scopo di alimentare i flussi positivi dello Stato.
Cerca nel sito questo termineTASSI INTERBANCARITassi di interesse applicati dalle banche operanti sul mercato interbancario ( che sono quelle di maggiori dimensioni ), per prestiti a controparti simili.
Cerca nel sito questo termineTASSOÈ la variazione percentuale assoluta o temporale, del livello di una certa grandezza economica. Il tasso di inflazione, per esempio, indica la variazione nel livello dei prezzi che intercorre tra due periodi di tempo successivi.
Cerca nel sito questo termineTASSO D'INTERESSEIl tasso di interesse non è altro che il prezzo che si paga per avere denaro in prestito ed è calcolato in percentuale sull’ammontare erogato.
Cerca nel sito questo termineTASSO D'INTERESSE REALEDifferenza tra tasso d’interesse nominale e tasso d’inflazione. Mostra quale sia l’effettivo costo della moneta, al netto della perdita di valore provocata dall’inflazione.
Cerca nel sito questo termineTASSO DI CRESCITA ECONOMICAProcedimento di espansione dei principali aggregati economici di una nazione. Per misurare la crescita economica di un Paese, l’indice più utilizzato è l’incremento percentuale del Prodotto nazionale lordo, calcolato su base annuale.
Cerca nel sito questo termineTASSO DI REINVESTIMENTOÈ il tasso di rendimento originato da un investimento, quando tutti i flussi di pagamento che avvengono durante la vita dello stesso sono reinvestiti.
Cerca nel sito questo termineTASSO DI SCONTO AGGIUSTATOÈ il tasso d’interesse usato per calcolare il valore attuale di flussi di cassa futuri per i quali esiste una componente di rischiosità legata a eventi qualsiasi. Di solito questo tasso di sconto è utilizzato per calcolare il valore attuale dei dividendi che saranno ricevuti in futuro per il possesso di un titolo azionario, e conseguentemente per individuare il valore del titolo.
Cerca nel sito questo termineTASSO UFFICIALE DI SCONTOTasso a cui la Banca centrale concede prestiti alle altre banche. E' uno strumento di politica monetaria.
Cerca nel sito questo termineTAX LOSS CARRY BACKMetodologia fiscale che può essere utilizzata da persone fisiche o società residenti negli Stati Uniti. Consiste nel compensare i profitti con le perdite ottenute in uno o più esercizi differenti, diminuendo così l’imposizione fiscale.
Cerca nel sito questo termineTAXE RATEAliquota.
Cerca nel sito questo termineTEASERAttenzione, annuncio pubblicitario avente lo scopo di suscitare una forte curiosità attorno a un determinato prodotto senza però nominarlo.
Cerca nel sito questo termineTELEX INVITOÈ il telex attraverso il quale un lead manager delinea ad altre istituzioni le peculiarità di una nuova emissione invitando le stesse istituzioni a far parte del sindacato di garanzia oppure ad associarsi nella distribuzione dei titoli.
Cerca nel sito questo termineTENDENZADirezione, orientamento del mercato. Vedi Trend.
Cerca nel sito questo termineTEORIA DI MARKOWITZLa teoria del portafoglio di Markowitz si basa su alcune ipotesi semplificatrici della realtà che, tra le altre, comprendono: l’esistenza di un unico orizzonte temporale, l’avversione al rischio degli investitori e il fatto che gli investitori selezionano i portafogli sulla base del rendimento atteso e del rischio atteso rappresentato dalla varianza (o alternativamente dalla deviazione standard). Rendimento atteso e deviazione standard delimitano il piano in cui viene costruita la frontiera efficiente. I rendimenti attesi dei portafogli sono una media ponderata dei rendimenti attesi delle singole attività finanziarie, mentre per il calcolo del rischio atteso dei portafogli non è sufficiente considerare le deviazioni standard dei rendimenti attesi delle attività finanziarie inserite in portafoglio, ma è necessario considerare anche gli indici di correlazione tra i rendimenti attesi delle medesime attività.
Cerca nel sito questo termineTEORIA DEL CAOSDescrive il comportamento di sistemi non lineari. Un sottoinsieme di analisi delle dinamiche non lineari, la teoria del caos è un ramo della matematica focalizzato su un comportamento irregolare e complesso che ha un ordine sottostante. In borsa, la teoria del caos, cerca di prevedere il percorso futuro del prezzo delle azioni, includendo cambiamenti improvvisi che si verificano durante giornate di mercato con attività molto intensa.
Cerca nel sito questo termineTEORIA DELLA RISONANZA ADATTIVA (TRA)Una strategia di apprendimento che cerca di eliminare alcune instabilità temporali proprie dell'apprendimento competitivo incorporando un modello di tale tipo all'interno di una struttura auto-regolante il cui apprendimento autonomo procede stabilmente in risposta a una sequenza arbitraria di configurazioni di ingresso.
Cerca nel sito questo termineTEORIA DI REGOLARIZZAZIONE STANDARDUna tecnica che risolve i problemi in termini di funzionali quadratici di energia da minimizzare.
Cerca nel sito questo termineTEORIA QUANTITATIVA DELLA MONETASecondo questa teoria, il livello dei prezzi di un sistema economico è direttamente legato alla quantità di moneta disponibile nel sistema stesso. Adeguate operazioni di politica monetaria possono quindi controllare l’andamento del processo di inflazione di un Paese.
Cerca nel sito questo termineTERMTermine, periodo.
Cerca nel sito questo termineTERMINE SECCONel mercato delle divise, questo termine sta a indicare un’operazione di acquisto o di vendita per consegna in data successiva alla data di valuta. Con questa operazione si fissa il cambio a cui si tratterà la valuta in futuro alla scadenza.
Cerca nel sito questo termineTERMSSono le caratteristiche di una nuova emissione: tasso, ammontare, scadenza, ecc.
Cerca nel sito questo termineTERZO MERCATONato negli anni '50 in Inghilterra, è il mercato fuori Borsa dei titoli quotati; ne è un tipico esempio il mercato dei blocchi (vedi mercato dei blocchi e over the counter).
Cerca nel sito questo termineTESORIEREFunzionario di una società che ha l’incarico di dirigere le movimentazioni di denaro derivanti da operazioni di gestione. Per esempio il tesoriere di una banca provvede a reperire o collocare sul mercato interbancario i fondi movimentati dall’istituto.
Cerca nel sito questo termineTESTA E SPALLEModello di prezzo che caratterizza generalmente le inversioni di tendenza ( modello di inversione ). Quando si verifica in corrispondenza dei punti di svolta superiori, presenta generalmente tre massimi di cui quello centrale ( testa ) maggiore degli altri ( spalle ). I due minimi centrali vengono poi congiunti da una trend line ( neckline ). Il modello viene completato quando il prezzo si porta al di sotto della neckline.
Cerca nel sito questo termineTHETAIl Theta mostra il cambiamento nel prezzo dell'opzione dovuto all'effetto del tempo. Theta è il cambiamento assunto del prezzo teorico dell'opzione dovuto al passaggio del tempo dal giorno precedente. Un Theta di -0.005 significa che il prezzo dell'opzione ha perduto ½ centesimo dovuto al passare del tempo. L'effetto del tempo sul prezzo dell'opzione è di solito positivo (eccetto nel caso di put in the money). Il maggior periodo di tempo alla scadenza, equivale alla migliore situazione che ha l'opzione in-the-money fino alla scadenza.
Cerca nel sito questo termineTICKE' lo scostamento minimo di prezzo, in più o in meno, allorquando si propone un prezzo per acquistare o vendere uno strumento finanziario. Per i titoli quotati, i relativi valori sono indicati nel regolamento di Borsa.
Cerca nel sito questo termineTICK BY TICKLetteralmente "prezzo per prezzo", espressione utilizzata dai traders che operano su orizzonti temporali intraday.
Cerca nel sito questo termineTIME DECAYLa forza con cui incide il trascorrere del tempo sull'erosione del prezzo.
Cerca nel sito questo termineTIME SERIES FORECASTIl Time Series Forecast è una previsione statistica del prezzo di un titolo basato sull'analisi del minimo dei quadrati con una appropriata regressione lineare. Si può interpretare il Time Series Forecast usando le stesse tecniche di una media mobile. Comunque, il TSF ha due vantaggi sulle medie mobili: 1 - Diversa da una media mobile, una Serie si adatta meglio di una media ai prezzi. Questo previene il "ritardo" delle medie mobili. 2 - Come il nome suggerisce, la Serie può essere utilizzata per prevedere il valore di un prossimo periodo. Questa stima è basata sull'andamento del prezzo del titolo su di uno specifico periodo di tempo (ad esempio a 20 giorni).
Cerca nel sito questo termineTIMINGTermine che indica il momento considerato ottimale per porre in essere operazioni di compravendita.
Cerca nel sito questo termineTITOLI DI STATOObbligazioni emesse dal Tesoro per provvedere alla copertura del fabbisogno statale. Possono avere diverse scadenze: da breve (Bot) a medio e lungo termine (Btp e Cct) fino ai titoli irredimibili.
Cerca nel sito questo termineTITOLI GESTITI A LIBROTitoli non emessi fisicamente, la cui proprietà viene rappresentata da specifiche registrazioni contabili su un libro tenuto dallo stesso emittente o da un soggetto da lui scelto. Negli Stati Uniti, per esempio, la maggior parte dei titoli di Stato è gestita attraverso registrazioni contabili tenute dalla Federal Reserve.
Cerca nel sito questo termineTITOLI SELEZIONATISono dei titoli azionari che dopo una attenta analisi in termini di rapporti borsistici o fondamentali vengono prescelti per un investimento.
Cerca nel sito questo termineTITOLI STRUTTURATISono titoli composti da una componente cosidetta 'fissa', simile ad una normale obbligazione, ed una cosidetta 'derivativa', simile ad una opzione.
Cerca nel sito questo termineTITOLOTermine generico che indica i certificati rappresentativi dei diritti patrimoniali valutabili in denaro. Vengono definiti securities i titoli azionari e obbligazionari, i diritti rappresentativi di contratti o titoli, Warrant, Option, ecc. Il termine security se riferito a operazioni bancarie, identifica il bene prestato per garantire l’ottenimento di un finanziamento.
Cerca nel sito questo termineTITOLO A COPERTURA DEI CRIMINITitolo acquistato da un istituto bancario presso una compagnia assicurativa, che risarcisce i danni derivati dai rischi dell’attività bancaria: furti, rapine, sottrazioni da parte dei dipendenti, ecc.
Cerca nel sito questo termineTITOLO DROPLOCKTitolo obbligazionario a tasso variabile che viene trasformato in tasso fisso nel momento in cui il tasso di riferimento va al di sotto di un livello fissato precedentemente.
Cerca nel sito questo termineTITOLO PRIVILEGIATOTitolo che attribuisce al possessore uno specifico privilegio nel rimborso del capitale. Per esempio l’azione privilegiata ha diritto al rimborso del capitale anticipatamente a differenza di quella ordinaria.
Cerca nel sito questo termineTITOLO RESIDUALEÈ un titolo che viene emesso da una società e che ha la possibilità di poter variare i rapporti fondamentali di valutazione delle azioni esistenti. Per esempio, un warrant convertibile in azioni della società è un titolo residuale, infatti se esercitato aumenta il numero dei titoli in circolazione e perciò a parità di condizioni diminuisce l’utile di competenza di ciascun titolo.
Cerca nel sito questo termineTITOLO SPECULATIVOTitolo obbligazionario che a fronte di un alto rischio di mancanza di rimborso da parte dell’emittente, permette di ottenere un rendimento decisamente più elevato della media di mercato.
Cerca nel sito questo termineTMTTELECOMUNICATIONS, MEDIA AND TECHNOLOGIES: Denominazione con la quale si indica il settore delle nuove tecnologie. Ad esso appartengono le imprese della new economy.
Cerca nel sito questo termineTOM NEXTOperazionedi swap o deposito di mercato monetario o valutario in cui la data di decorrenza coincide con il giorno lavorativo successivo a quello corrente mentre quella di scadenza con il giorno lavorativo seguente. In genere si tratta di operazioni tramite le quali gli operatori provvedono a sistemare e pareggiare i saldi delle posizioni in divisa nazionale ed estera.
Cerca nel sito questo termineTOMBSTONEProspetto pubblicitario di una nuova emissione: ne indica i termini e le banche partecipanti al sindacato di direzione di garanzia.
Cerca nel sito questo termineTOPTermine usato per indicare il massimo di un ciclo.
Cerca nel sito questo termineTOP DOWNTermine inglese, letteralmente ' dall'alto verso il basso ', che indica la scelta effettuata utilizzando i principi dell'asset allocation, attraverso i quali analizzando in ordine sequenziale la situazione economica generale di vari paesi, poi i settori di attività ed infine le prospettive delle singole aziende, si giunge a cogliere le migliori opportunità di investimento. Contrario di Bottom Up.
Cerca nel sito questo termineTOPIX (TOKYO STOCK PRICE INDEX)Indice storico della Borsa valori giapponese nato nel 1949; è formato dalla media delle quotazioni dei 225 titoli più importanti quotati nella prima sezione della borsa di Tokyo; viene calcolato giornalmente (vedi Topix).
Cerca nel sito questo termineTRACKING ERRORMisura la deviazione standard delle differenze di rendimento tra portafoglio e benchmark ( excess returns ). Più elevato è il valore del tracking error, maggiore è lo scostamento del portafoglio dal benchmark per le caratteristiche di performance e di rischio.
Cerca nel sito questo termineTRADE DATEData alla quale è eseguita una transazione in titoli.
Cerca nel sito questo termineTRADE VOLUME INDEXL'indice del Volume degli Scambi (TVI) assegna ogni scambio al "lato acquisti" o al "lato vendite." Quindi addiziona il volume degli scambi ad un parziale, quando i prezzi segnano un aumento per uno specificato ammontare, e sottrae il volume degli scambi quando il prezzo scende per uno specifico ammontare. Se il prezzo è immutato, il volume continua a cumularsi sul lato degli acquisti o delle vendite. Ci si basa sulla premessa che le negoziazioni si chiudono al prezzo della domanda/ask, se sono operazioni di compera e si negozia al prezzo più basso lettera/bid, per le transazioni in vendita. Un TVI sopra lo zero indica la netta pressione degli acquisti. Un TVI sotto lo zero indica una netta pressione della le vendite. Il TVI è costruito per lavorare sui segni dei titoli. Se il TVI tende ad aumentare, il mercato viene controllato dai compratori. Se tende verso il basso, il mercato viene controllato dai venditori. Se un grande numero di scambi si concentra ad uno specifico livello di prezzo (sul grafico si forma una "bandiera") ed il TVI sale, il mercato cerca di rompere i prezzi verso l'alto. Allo stesso modo, se il TVI scende, cerca di rompere i prezzi al ribasso.
Cerca nel sito questo termineTRADINGLa negoziazione in senso stretto con fini speculativi sulle attività finanziarie.
Cerca nel sito questo termineTRADING ONLINECommercio via internet di titoli, obbligazioni, spesso associato alla tenuta di un conto corrente online. Per online si deve intendere sia via web che via sms, wap o call center.
Cerca nel sito questo termineTRADING RANGE: Fase di mercato laterale con andamento piatto in assenza di trend. In queste fasi si crea una fascia di oscillazione all'interno della quale è possibile acquistare sul supporto e vendere sulla resistenza. Ciò significa che il titolo o l'indice si trova in una fascia di congestione più o meno ampia e permette un'operatività specie a breve termine.
Cerca nel sito questo termineTRADING SYSTEMSVedi Sistemi operativi.
Cerca nel sito questo termineTRAILINGLivello di stop operativo, al rialzo o al ribasso, posto dall'operatore a chiusura di posizioni aperte adattabile al movimento dei prezzi di mercato.
Cerca nel sito questo termineTRANSAZIONE FUORI BORSAÈ un’operazione in titoli o materie prime che viene effettuata fuori dal recinto di grida della Borsa valori dove il bene viene quotato.
Cerca nel sito questo termineTRANSFERVedi BONIFICO.
Cerca nel sito questo termineTRATTAVedi CAMBIALE.
Cerca nel sito questo termineTRATTATO SULLA DOPPIA IMPOSIZIONEÈ un accordo stipulato tra due Paesi allo scopo di evitare una doppia imposizione.
Cerca nel sito questo termineTREASURY BONDSObbligazioni a lungo termine emesse dal Tesoro degli Stati Uniti per provvedere alla copertura del fabbisogno statale. Le scadenze sono comprese fra 10 e 30 anni e le cedole sono fisse; la tipologia del titolo è simile a quella dei buoni poliennali del Tesoro italiani.
Cerca nel sito questo termineTREASURY NOTEObbligazioni a lungo termine emesse dal Tesoro degli Stati Uniti per provvedere alla copertura del fabbisogno statale. Le scadenze sono comprese fra 10 e 30 anni e le cedole sono fisse; la tipologia del titolo è simile a quella dei buoni poliennali del Tesoro italiani.
Cerca nel sito questo termineTRENDTendenza o andamento di una attività economica (prezzo, consumo, ecc.). Si riferisce alla direzione dei prezzi. Massimi e avvallamenti crescenti formano un uptrend; massimi e avvallamenti decrescenti costituiscono un downtrend. Un trading range è caratterizzato da massimi e avvallamenti orizzontali. I trends vengono generalmente classificati come maggiori (maggiore di 6 mesi), intermedi (da 1 a 6 mesi), o minori (inferiori ad un mese).
Cerca nel sito questo termineTREND LINELinea di tendenza che mostra la direzione di fondo di una attività finanziaria valutata graficamente. La sua costruzione è realizzata congiungendo due punti almeno, i quali se minimi crescenti danno vita ad una trendline rialzista, mentre se massimi decrescenti formano una trendline ribassista. Maggiori sono i punti uniti dalla linea, maggiore sarà l'affidabilità della linea stessa.
Cerca nel sito questo termineTRENDING PHASELett. fase di trending. Indica una fase del mercato in cui si mostra una chiara tendenza al rialzo o al ribasso prolungata nel tempo.
Cerca nel sito questo termineTRENDLESSVedi Andamento Piatto.
Cerca nel sito questo termineTRIPLO MASSIMOModello di prezzo d'inversione, caratterizzato dallo sviluppo di tre massimi che raggiungono all'incirca il medesimo livello. Analogamente, in corrispondenza dei minimi, il modello si presenta capovolto (triplo minimo), mantenendo, anche se invertite, tutte le sue implicazioni.
Cerca nel sito questo termineTRIXIl TRIX è la percentuale di un periodo del ROC di tre passaggi di una media mobile esponenziale (in pratica, una media mobile, di un media mobile, di una media mobile del prezzo di chiusura). Determinato il "periodo" si impostano le medie. Questa tripla media esponenziale (TRIX) è disegnata filtrando i cicli insignificanti (in pratica meno periodi).
Cerca nel sito questo termineTRUST DEADContratto che in una nuova emissione definisce gli obblighi dell'emittente verso i sottoscrittori e che nomina la persona o la banca rappresentante gli interessi dei sottoscrittori.
Cerca nel sito questo termineTUNINGFase di affinamento dei parametri e delle regole che governano un Trading System per la ottimizzazione del rendimento potenziale.
Cerca nel sito questo termineTURNOVERRicambio, giro, movimento in un certo periodo, del personale, dei clienti o dei materiali. Lo si esprime normalmente con un rapporto percentuale.
Cerca nel sito questo termineTURNOVER DEI CREDITI COMMERCIALIRapporto tra il fatturato rappresentato dai crediti e la giacenza media dei crediti stessi. Indica la misura in cui i prodotti sono convertiti in denaro e quante volte i crediti ricevuti sono stati introitati durante l’esercizio. Viene utilizzato come indice di valutazione dell’efficienza finanziaria aziendale.
Cerca nel sito questo termineTUS (TASSO UFFICIALE DI SCONTO)Società di capitali costituita con la partecipazione di più imprese anche di diversa nazionalità.
Cerca nel sito questo termineTYPICAL PRICEL'indicatore del Prezzo Tipico mostra la media del massimo, minimo, e chiusura per ciascun periodo di tempo. Questo indicatore è calcolato sommando i prezzi dei massimi, minimi e chiusure e dividendo per tre.


© Copyright 1998 - 2018 MrProfit ® - Tutti i diritti riservati.
2 Utenti Connessi